“L’ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute.
La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali.
Lo straniero, al quale sia impedito nel suo Paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge.
Non è ammessa l’estradizione dello straniero per reati politici.”

  • La Costituzione italiana, per quanto sia indipendente, riprende molto dagli ordinamenti delle altre Nazioni di tutto il mondo nell’ambito dei diritti Internazionali per lo straniero. Infatti, in Italia, il motto la legge è uguale per tutti vale, in ambito giuridico, sia per i cittadini sia per gli stranieri.  
  • La Costituzione italiana garantisce la tutela e il soggiorno nel nostro Paese agli stranieri ai cui, nella propria Nazione, vengono negati i diritti alla libertà fondamentali (come di pensiero o di espressione). Grazie a questo articolo molte persone che emigrano dal loro Paese per motivi di guerra o motivi politici possono aspirare ad una nuova vita e ad un futuro migliore per la propria famiglia.
  • La Costituzione italiana non ammette l’esilio dello straniero, tanto quanto il cittadino, per motivi politici.

0 commenti

Lascia un commento